Ti trovi in: Obiettivi

Obiettivi

Il progetto SICAL è nato per adeguare il sistema dei controlli ufficiali della regione Emilia Romagna agli standard previsti dalle normative europee. Per attuare questo cambiamento sono stati fissati i seguenti obiettivi:
  1. Definire il “Manuale della qualità, un modello di “gestione in qualità” dei Servizi SIAN e SVET delle AUSL della Regione Emilia Romagna che ne stabilisca gli standard di funzionamento;
  2. Individuare la miglior pratica operativa disponibile per effettuare i controlli ufficiali, attraverso la formulazione di “procedure di controllo ufficiale” suddivise per tipologia di attività svolta dall’operatore del settore e corredate da specifiche liste di riscontro (check list);
  3. Formare “Auditor” in grado di effettuare i controlli ufficiali in tema di sicurezza alimentare sugli operatori del settore alimentare, utilizzando gli strumenti propri del mondo dell’assicurazione di qualità del settore privato (Norme ISO EN UNI 9000.2000; ISO EN UNI 19.011; ISO EN UNI 22.000, standard BRC ed IFS);
  4. Formare “Auditor” in grado di procedere agli audit commissionati dalla Regione Emilia Romagna, ai fini di valutare se i Servizi SIAN e SVET delle AUSL regionali operano secondo gli standard di funzionamento regionali di cui al punto 1;
  5. In attesa di completare il ciclo di formazione di “auditor” di tutto il personale dei Servizi SIAN e SVET, formare al metodo ispettivo di controlli secondo procedure documentate, tutto il personale dei Servizi SIAN e SVET della AUSL. Il personale così formato (formazione teorica e training sul campo) prende la qualifica di “Ispettori formati” e potrà utilizzare le procedure di controllo ufficiale formulate nel progetto.
L’Auditor è un professionista formato che, dopo la formazione ricevuta e l’addestramento sul campo a fianco di personale competente, ha ottenuto l’idoneità a eseguire autonomamente audit presso gli operatori del settore alimentare per valutare la sicurezza delle produzioni.

La formazione di questa figura avviene con un corso base di 13 giorni comprensivo del corso di "valutatori sistemi qualità ISO 19.011", c.d. "40 ore" e con il successivo training in campo mediante l’esecuzione di 5 audit di addestramento supervisionati da tutor. L’Auditor deve eseguire la valutazione generale di efficacia e appropriatezza del sistema di gestione dell’operatore del settore alimentare rispetto agli standard della Unione Europea di sicurezza alimentare. È tenuto all’aggiornamento costante attraverso la frequenza di corsi periodici per il mantenimento della qualifica.

L’Ispettore è un professionista formato a operare su specifici requisiti dei processi di produzione degli operatori del settore alimentare. La sua formazione comprende un corso di 3 giorni e un training sul campo di 3 ispezioni. La sua attività ha contenuti più settoriali e limitati, e non prevede, pertanto, la valutazione generale di efficacia e appropriatezza che spetta invece agli Auditor. Anche per questa figura è prevista una attività di aggiornamento periodica.

Questi diversi livelli di addestramento sono riconosciuti ai partecipanti alla fine del percorso di formazione.


ProprietÓ dell'articolo
creato: venerdý 13 giugno 2008
modificato: lunedý 14 settembre 2009